Benvenuto su Lode a te Forum. Clicca qui per registrarti

Spazio Partners

Cerchiamo autori che desiderano diffondere la parola di Gesù, leggi come diventare autore oppure scrivici.

Visitaci su Lodeate.it

Amo Gesù Ebook
Gratis su Google Play

San Francesco e la Conversione dei tre ladroni

Un unica categoria per discutere di grandi temi: aborto, famiglia, economia, evangelizzazione, fede, esorcismo, eutanasia, libertà religiosa, matrimonio, morte, peccato, spiritualità, testimonianze di fede, sessualità, e altro.

Moderatori: Fondatori, Autori

Parole chiavi per questo argomento
ladroni, strade, san, dei, tre, conversione, francesco, grave, furono, promessa, oppure, rispose, rendere, http, pensare

San Francesco e la Conversione dei tre ladroni

Messaggioda Luciano » 06/12/2015,,
utilizza » Firefox Firefox » Windows NT 64 bits Windows NT 64 bits » Risoluzione: 1536 x 864 1536 x 864.

Come san Francesco convertì tre ladroni micidiali e fecionsi frati; e della nobilissima visione che vide l'uno di loro, il quale fu santissimo frate.

francesco.jpg


In un eremitaggio situato sopra Borgo San Sepolcro, venivano di tanto in tanto certi ladroni a domandare del pane. Costoro stavano appiattati nelle folte selve di quella contrada e talora ne uscivano, e si appostavano lungo le strade per derubare i passanti.

Per questo motivo, alcuni frati dell'eremo dicevano:

«Non è bene dare l'elemosina a costoro, che sono dei ladroni e fanno tanto male alla gente».


Altri, considerando che i briganti venivano a elemosinare umilmente, sospinti da grave necessità, davano loro qualche volta del pane, sempre esortandoli a cambiar vita e fare penitenza.

Ed ecco giungere in quel romitorio Francesco. I frati gli esposero il loro dilemma: dovevano oppure no donare il pane a quei malviventi? Rispose il Santo:

«Se farete quello che vi suggerisco, ho fiducia nel Signore che riuscirete a conquistare quelle anime».


E seguitò:

«Andate, acquistate del buon pane e del buon vino, portate le provviste ai briganti nella selva dove stanno rintanati, e gridate:


"Fratelli ladroni, venite da noi! Siamo i frati, e vi portiamo del buon pane e del buon vino".


Quelli accorreranno all'istante. Voi allora stendete una tovaglia per terra, disponete sopra i pani e il vino, e serviteli con rispetto e buon umore.
Finito che abbiano di mangiare, proporrete loro le parole del Signore. Chiuderete l'esortazione chiedendo loro per amore di Dio, un primo piacere, e cioè che vi promettano di non percuotere o comunque maltrattare le persone. Giacché, se esigete da loro tutto in una volta, non vi starebbero a sentire. Ma così, toccati dal rispetto e affetto che dimostrate, ve lo prometteranno senz'altro.

E il giorno successivo tornate da loro e, in premio della buona promessa fattavi, aggiungete al pane e al vino delle uova e del cacio; portate ogni cosa ai briganti e serviteli.
Dopo il pasto direte:

"Perché starvene qui tutto il giorno, a morire di fame e a patire stenti, a ordire tanti danni nelI'intenzione e nel fatto, a causa dei quali rischiate la perdizione dell'anima, se non vi ravvedete? Meglio è servire il Signore, e Lui in questa vita vi provvederà del necessario e alla fine salverà le vostre anime".


E il Signore, nella sua misericordia, ispirerà i ladroni a mutar vita, commossi dal vostro rispetto ed affetto».

Si mossero i frati e fecero ogni cosa come aveva suggerito Francesco. I ladroni, per la misericordia e grazia che Dio fece scendere su di loro, ascoltarono ed eseguirono punto per punto le richieste espresse loro dai frati. Molto più per l'affabilità e l'amicizia dimostrata loro dai frati, cominciarono a portare sulle loro spalle la legna al romitorio. Finalmente, per la bontà di Dio e la cortesia e amicizia dei frati, alcuni di quei briganti entrarono nell'Ordine, altri si convertirono a penitenza, promettendo nelle mani dei frati che d'allora in poi non avrebbero più perpetrato quei mali e sarebbero vissuti con il lavoro delle loro mani.

I frati e altre persone venute a conoscenza dell'accaduto, furono pieni di meraviglia, pensando alla santità di Francesco, che aveva predetto la conversione di uomini così perfidi e iniqui, e vedendoli convertiti al Signore così rapidamente.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Luciano

Amministratore
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Non connesso

Spazio Partners


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
 
Grazie a Luciano da parte di:  Informazioni utente

Condividi su ...

Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su MySpaceCondividi con TumblrCondividi con Google+

Re: San Francesco e la Conversione dei tre ladroni

Messaggioda Maria Cristina » 07/12/2015,,
utilizza » Google Chrome 13 Google Chrome 13 » Windows NT 64 bits Windows NT 64 bits » Risoluzione: 1093 x 615 1093 x 615.

:very ok: Che bello questo episodio della vita di S. Francesco!! Non lo conoscevo e ringrazio Luciano per averlo postato.

Partendo da questo spunto volevo parlare della vita e dell'opera di Carità di una nostra contemporanea (vivente!) che è Chiara Amirante, la fondatrice di "Nuovi Orizzonti" (http://www.nuoviorizzonti.org/index.php/chi-2/la-storia.html)

Chiara, sulle orme di S. Francesco (singolare anche il nome!), ha fatto esattamente così, come comandato da Francesco. Si è avventurata, poco più che ventenne, con grande fede ed un pizzico di incoscienza (senza la quale non si fa nulla nella vita ;-) ) per le strade di Roma, le più "pericolose" - basti pensare alla famigerata Stazione Termini di qualche anno fa - ed aiutata successivamente da un gruppetto di amici desiderosi anche loro di fare qualcosa per gli abbandonati di Roma, ha fondato questa bellissima Associazione, della quale vi invito a leggere la storia.

Il Signore aiuti sempre Chiara ed i suoi collaboratori a rendere nota l'opera dell'Associazione ed allargarne i confini ovunque.
Maria Cristina
Avatar utente
Maria Cristina

Autore
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: San Francesco e la Conversione dei tre ladroni

Messaggioda Luciano » 07/12/2015,,
utilizza » Firefox Firefox » Windows 7 Windows 7 » Risoluzione: 1680 x 1050 1680 x 1050.

Grazie a te, cara Maria Cristina :red head:

Conosco bene la storia di storia di Chiara, il pizzico di incoscienza mi fa fare una riflessione. L'incoscienza per altri è invece per chi fa cose con fede una grande certezza. Sì, perchè per l'esterno l'azione del fare può essere considerata da pazzi, da persone scriteriate, ma chi ha fede nel Signore e confida in Lui, vede realizzata anche cose improbabili e improponibili perchè affida la propria vita completamente alla Sua volontà. Che bello, Signore donaci la follia di credere sempre [hallo]
Luciano Del Fico
A partire da marzo 2013 un vero e proprio cambiamento comincia nella sua vita, da quel momento comincia per lui una vera conversione. Per ringraziare Gesù dei doni ricevuti, si occupa del sito web della sua parrocchia, poi crea un ebook di preghiere e novene che trovate su Google Play, infine crea Lodeate.it per diffondere la Parola di Gesù!
Avatar utente
Luciano

Amministratore
 
Informazioni utente Informazioni utente
 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

Ritorna a Grandi Temi

cron